NATURA - Grotta San Michele

Vai ai contenuti

Menu principale:

LA GROTTA
NATURA DELLA GROTTA

In una grande cavità carsica ai piedi di Minervino sorge la grotta dell'Arcangelo Michele, uno scenario naturale imponente che da più di un millennio è luogo di culto. Percorrendo il sentiero che porta alla grotta, in mezzo ad una vegetazione tipicamente murgiana, sorgono i forni che un tempo servivano per cuocere la calce o le caratteristiche "casidd" (casette) dei pastori. l'ampia grotta scavata da antichi torrenti che si perdevano nel cuore della terra ha avuto origine oltre due milioni di anni fa.
Dalla grotta principale, attraverso un piccolo corridoio dietro l'altare, si accede ad altri ambienti carsici, che si perdono nel cuore della Murgia. La mano e la fede dell'uomo hanno fatto il resto: forse luogo di culto già in epoca pre-cristiana, è stata certamente abitata in età preistorica, adattata poi al culto cristiano. l'ingresso attuale, la grande scalinata, il ciborio dell'altare, i due torrioni a destra e sinistra delle scale, sono i segni del continuo adattamento che l'uomo ha fatto di questo ambiente naturale per un culto certamente legato alle acque, come mostrano le numerose pile e vasche che ancora oggi vi troviamo.
 
Copyright © 2011-2017 - WWW.GROTTASANMICHELE.IT
Torna ai contenuti | Torna al menu